Risultati della ricerca:

Locandina Cose di cosa nostra

Cose di cosa nostra

Un immigrato siciliano è costretto dalla mafia a tornare nel paese natio per uccidere un uomo accusato di essere una spia. Per evitare ritorsioni nei confronti della sua famiglia, nonostante i rimorsi, si convince a portare a termine l’incarico, ma quando sta per farlo viene a sapere che i suoi mandanti sono stati uccisi.

Locandina La tosca

La tosca

La cantante Flora Tosca cerca di salvare il pittore Cavaradossi che complotta contro lo Stato Pontificio ma il perfido Scarpia, capo della polizia, fa ugualmente fucilare Cavaradossi. Tosca allora lo uccide e si getta giù dagli spalti di Castel Sant'Angelo. Il tutto narrato in chiave ironico-musicale.

Locandina Mi permette, babbo!

Mi permette, babbo!

Rodolfo ha sposato Marina, figlia del ricco proprietario di varie macellerie. La famiglia di Marina è molto numerosa e i suoi componenti sono tutti occupati nei vari negozi, mentre Rodolfo, che vorrebbe calcare le scene del teatro lirico, si limita a prendere delle lezioni di canto, vivendo alle spalle di chi lavora. Dalle velleità artistiche di Rodolfo trae profitto senza alcuno scrupolo un vecchio maestro di musica indigente: così i mesi passano e Rodolfo non combina nulla di concreto. Esas...

Locandina Un sorriso, uno schiaffo, un bacio in bocca

Un sorriso, uno schiaffo, un bacio in bocca

Antologia in chiave umoristica delle pellicole Titanus dal 1946 al 1964, il film è un "collage" di scene per lo più di registro comico, musicale o sentimentale, commentate ironicamente dalla voce di Oreste Lionello e presentate da un giovane Renato Pozzetto, all'epoca star emergente. Nel film sfilano tutti i grandi nomi del cinema italiano e internazionale degli anni Cinquanta. Grande spazio alla famosa scena del ballo de "Il Gattopardo" che funge da leitmotiv. Nato da un’idea di Enrico Luche...

Locandina Un militare e mezzo

Un militare e mezzo

Carletti, uomo sulla cinquantina tornato dall'America con la famiglia, viene forzatamente arruolato nell'esercito come renitente di leva. Nella caserma vi trova un maresciallo che lo obbliga ad osservare la rigorosa disciplina della vita militare. Carletti fa di tutto pur di uscirne al più presto per tornare a pensare solo ai suoi affari farmaceutici che, secondo lui, lo potrebbero portare alla fortuna.